Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

La Tenda Rossa | 14 luglio 2024

Scroll to top

Top

TACCO12 E BOLLICINE

la tenda rossa-tacco12

la tenda rossa-evento già successo

TACCO12EBOLLICINE sbarca a Caorle!

domenica 14 giugno partono una serie di cene gourmet tutte al femminile nel ristorante più glamour di tutta la laguna di Venezia!

TACCO12EBOLLICINE è il nome della rubrica di Lorenza Vitali sulla testata online www.witaly.it che ha creato insieme al critico gastronomico Luigi Cremona. Il concept è semplice ma importante: mettere in rete il maggior numero di donne che stima, che ritiene professionali, valide e capaci, sia dal punto di vista umano che professionale. Donne che amano la vita e ne sanno godere appieno con uno sguardo al sociale, che non dovrebbe mai mancare nella vita di tutti.

Una di queste donne è sicuramente Liù, al secolo Ljubica Komlenic, donna Giudice Internazionale di Cucina WACS World Association Chef Societes, ora anche imprenditrice grazie al suo nuovo ristorante lo Sporting by Liù di Caorle

 

la tenda rossa-tacco12a
Qui domenica 14 giugno ci ritroveremo tutte (noi donne, ma anche gli uomini amici saranno ben accolti). Una festa dove le donne chef improvviseranno le loro migliori ricette, dove le bollicine accompagneranno gli assaggi, dove la musica infonderà allegria, dove tante altre donne (e anche uomini) si ritroveranno per celebrare il bien vivre, ovvero vivere meglio, senza dimenticare coloro che hanno dei problemi. Infatti parte del denaro raccolto sarà destinato alla solidarietà. Quest’anno parleremo di rinascita dopo il cancro al seno e insieme all’associazione nazionale ANDOS e alla sua Presidente Dottoressa Giuliana Simonatto

In questo evento presenteremo anche le serate di Alta Cucina al femminile che avranno ciascuna un’interprete nota ai fornelli e che si svolgeranno allo Sporting tra luglio e ottobre con cadenza mensile.

IL PROGRAMMA DELLA SERATA
1) Il momento dell’aperitivo, dalle 18,30 in avanti: le prime bollicine, le Foodbloggers alle prese con un noto critico, Luigi Cremona che commenterà alcune delle ricette. Lorenza Vitali presenterà i temi della serata.
2) La cena placèe, ore 21, rigorosamente su prenotazione. Cena firmata da Liù con interventi di note chef donna stellate: Antonia Klugmann dell’Argine di Vencò sensazionale interprete della cucina green, Maria Probst della Tenda Rossa di San Casciano con i suoi grandi sapori toscani e Giuliana Tassi Germiniasi con l’eleganza straordinaria dei suoi dessert e della cucina di lago del suo “Carpiccio” a Manerba, stella Michelin mantenuta inalterata dal 1999.
3) Dopocena ore 23,30. Sfizi e sorprese a cura di tutte le donne chef, ostriche champagne, bere miscelato e musica per finire in allegria. Il miglior outfit in Tacco12 della serata riceverà un riconoscimento speciale. Ci divertiremo….in Tacco12 e bollicine!

Per informazioni e prenotazioni: tel. 0421 21 01 56 oppure 324 097 94 32
Organizzazione Lorenza Vitali – Largo dei Librari 89 00186 Roma cell +39 347 30 23 607
lorenza@lorenzavitali.it

 

LE CHEF PROTAGONISTE

Antonia Klugmann, l’Argine a VencòDa Trieste, dove è nata, a Vencò, dove lavora, il passo è breve. Ma in compenso non sono poche le esperienze che ha avuto Antonia Klugmann. Arrivata quasi alla laurea, poi abbandonata per seguire la vocazione della cucina, prima con l’ apprendistato presso lo Chef Raffaello Mazzolini al ristorante Baldovino a Ipplis di Premariacco poi alla Dolada con lo Chef Riccardo De Prà a Pieve di Alpago. Nel 2006 apre con il compagno Romano De Feo l’Antico Foledor Conte Lovaria a Pavia di Udine, dopo due anni l’esperienza importante di Venissa in attesa di aprire finalmente l’Argine a Vencò. Un percorso costellato di avvenimenti: finalista a Emergente, la competizione nazionale che premia ogni anno il miglior che femergente d’Italia, poi vittoriosa ai trofei de la “Prova del Cuoco”, nel 2010 è chef Top di Domani della guida Touring. Nel 2012 entra nella prestigiosa associazione JRE, giovani ristoratori d’ Europa, e ancora collaborazioni con il bravissimo chef Piergiorgio Parini e la partecipazione a Identità Golose 2014. Ama il colore verde, nelle ricette compaiono spesso le violette, coltiva l’orto, non è vegetariana, ma i suoi piatti green sono tra i migliori e più intriganti in assoluto.

E’ sensibile, determinata e creativa Maria Probst, la Tenda Rossa a Cerbaia. Lunga e importante la storia de La Tenda Rossa di San Casciano val d’Elsa, cittadina a pochi chilometri da Firenze verso il Chianti. Nella piccola frazione di Cerbaia due nuclei familiari, i Salcuni e i Santandrea, hanno realizzato il loro sogno, una trattoria che nel tempo è diventata importante struttura ristorativa. Oggi la seconda generazione è alla guida, mentre la terza si affaccia. Maria Elisabeth Probst nasce a Traunstein in Germania, quando la Tenda Rossa iniziava la sua avventura. Inizia la sua attività in macelleria, poi attratta dalla cucina finisce per approdare a Maiorca nel ristorante di uno dei più importanti chef di tutti i tempi: Eckhart Witzigmann. Poi arriva in val Badia all’Hotel Rosalpina e infine l’incontro con Christian Santandrea (ancora oggi chef con le in parallelo in cucina) e con la Toscana dove ha capito che il suo girovagare era terminato: aveva anche Lei realizzato il suo sogno.

Giuliana Germiniasi, il Capriccio a Manerba. Le origini del ristorante risalgono agli anni’60, quando i fondatori Maria Veggio e Martino Germiniasi lo hanno inaugurato in una sede diversa, ma poco distante, da quella attuale. Un locale diventato subito noto per la cucina tradizionale ma già ben impostata di mamma Maria. L’arrivo della figlia Giuliana (in un primo tempo ai dessert) e del marito Giancarlo Tassi in sala ha fatto decollare il ristorante grazie alla finezza di Lei ai fornelli e alla grande presenza di sala di Lui, purtroppo scomparso prematuramente, e oggi il suo posto è stato preso con grande disinvoltura e presenza dalla giovane e bella figlia Francesca. Un locale quindi al femminile che ha una marcia in più per il tocco ineguagliabile di eleganza e leggerezza, che propone una linea di cucina ampia che spazia tra carne e pesce (sia di mare che di lago) caratterizzata da una grande eleganza estetica che trova il vertice in una serie di dessert di alto profilo.

Ljubica Komlenic, Sporting by Liù di CaorleLjubica Komlenic, ha veramente un’esperienza trasversale nel settore della ristorazione. Laureata nel 1992 a pieni voti quale Tecnico degli Alimenti, aggiorna poi costantemente la sua conoscenza con corsi di specializzazione, anche in pasticceria, (con il grande Igino Massari). Pignola e precisa studia le nuove tecniche, approfondisce i processi di trasformazione, conosce e applica a sistemi di cottura innovativi, e proprio per questo è invitata ad unirsi agli chef della N.I.C. (Nazionale Italiana Cuochi, emanazione ufficiale della Federazione Italiana Cuochi) partecipando, tra le numerose giurie presiedute, alla finale in Corea WACS per il Global Chef Contest. E’ giudice internazionale, ma talvolta è anche ai fornelli, e in Irlanda tre anni fa è salita sul podio conquistando una medaglia d’oro nella cucina calda e un’altra medaglia d’oro nella cucina fredda. Da alcuni mesi ha intrapreso una nuova avventura, la gestione dello Sporting di Caorle, il bel ristorante dove tutt’oggi opera e che ha subito imposto all’attenzione della migliore clientela per la qualità della sua offerta.

Questo slideshow richiede JavaScript.